isolapulita

Just another WordPress.com weblog

ACCESSO AGLI ATTI: VIA DON BOSCO, PARCO GIOCHI, REITERAZIONE ATTO7926 CHE REITERAVA ATTO 6405



Isola delle Femmine 9.5.08 prot 5841

Al Sig. Arch D’arpa Responsabile dell’U.T.C del Comune di Isola delle Femmine
Per il tramite del Segretario Comunale Comune di Isola delle Femmine

E p.c. Al Sig Sindaco del Comune di Isola delle Femmine fax 0918677098

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine

Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare INSIEME
Presso il Comune di Isola delle Femmine

Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA DEMOCRATICA
Presso il Comune di Isola delle Femmine

Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA PER TUTTI
Presso il Comune di Isola delle Femmine

OGGETTO: Accesso agli atti: stralcio esecutivo del progetto dei due parchi gioco realizzati nel nostro territorio comunale e precisamente in Via Libertà e nella Strada Nuova di P.R.G. in vicinanza della Via San G. Bosco.

Il sottoscritto Giuseppe Ciampolillo nella qualità di Coordinatore del Comitato “Isola Pulita” per la difesa dell’ambiente, associazione interessata alla tutela e al rispetto delle norme relative all’ambiente alla salute, alla qualità della vita, alla gestione del territorio ed all’efficienza della Pubblica Amministrazione, chiede di poter esercitare l’accesso agli atti ed estrarne copia:

Delibera di Giunta n 358 datata 31 dicembre 1998;

Delibera di Giunta n 90 datata 4.6.1999 “approvazione progetto importo complessivo di £. 783.937.547”;

Delibera Consiglio Comunale 14 datata 4.5.1999 “Bilancio esercizio 1999”;

Delibera di Giunta n 142 datata 18.11.1999 “l’assunzione mutuo” .

La richiesta in ottemperanza a quanto previsto:
Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n.195 Attuazione della direttiva 2003/4/CE sull’accesso del pubblico all’informazione ambientale;
Decreto legislativo del 24 febbraio 1997, n. 39, recante attuazione della direttiva 90/313/CEE, concernente la liberta’ di accesso alle informazioni in materia di ambiente; Legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni;
Decreto Presidente Regione Sicilia 16 giugno 1998, n. 12;
Regolamento del diritto di accesso ai documenti dell’Amministrazione regionale;

In attesa di ricevere un vostro riscontro, porgo l’occasione per porgervi distinti saluti.

Giuseppe Ciampolillo
Via Sciascia 13
90040 Isola delle Femmine

Isola delle Femmine 9.5.08 PROT. 5842

Al Sig. Arch D’arpa Responsabile dell’U.T.C del Comune di Isola delle Femmine
Per il tramite del Segretario Comunale Comune di Isola delle Femmine

E p.c. Al Sig Sindaco del Comune di Isola delle Femmine fax 0918677098

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine

Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare INSIEME
Presso il Comune di Isola delle Femmine

Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA DEMOCRATICA
Presso il Comune di Isola delle Femmine

Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA PER TUTTI
Presso il Comune di Isola delle Femmine

Oggetto Reiterazione atti già reiterati V.so prot 7926 del 12.06.06, prot 6405 07.06.2007

Il Sottoscritto Giuseppe Ciampolillo, Coordinatore del Comiato Cittadino Isola Pulita Sezione Legambiente avanza richiesta di reiterazione alla già reiterata richiesta del 7.6.07 Vs prot 6405 su richiesta avanzata in data 12.6.06 Vs prot 7926, inoltre a norma del dispositivo 241/90 L.R. 10/91, chiedo di conoscere il Responsabile del procedimento.
In attesa di una Vostra risposta nei tempi e nei modi previsti da leggi e regolamenti, invio i migliori Saluti.

Giuseppe Ciampolillo
Via Sciascia 13
90040 Isola delle Femmine

Comitato Cittadino Isola Pulita
http://www.isolapulita.it

Pubblicato da Comitato Cittadino Isola Pulita a 3.35

2 commenti:

Anonimo ha detto…Caro blogger a proposito degli atti che hai richiesto ho il piacere di farti pervenire alcune dichiarazione di stampa sull’argomento:
Stop alle speculazioni Al Via gli espropri per il parco giochi
Isola delle Femmine: approvato il parco giochi strappato alla speculazione edilizia
In questi primi giorni i tecnici comunali hanno già predisposto i primi adempimenti per portare a termine gli espropri in quei terreni dove l’amministrazione comunale guidata da Stefano Bologna si è battuta per far sorgere una struttura per i bambini di isola.
“Finalmente anche a Isola siamo riusciti a bloccare la solita speculazione edilizia – afferma Stefano Bologna- I palazzi che si volevano costruire lasceranno il posto ad un grande parco giochi. Certo che non tutti saranno felici, considerata la dura opposizione e interessata dei consiglieri di AN, ma noi dobbiamo dimostrare anche per quanti non hanno voce e rappresentanti”. E il sindaco assicura che entro un mese sarà pubblicato il bando di gara per costruire questo parco in breve tempo “Si dopo aver sconfitto tutte le resistenze abbiamo intenzione di non perdere tempo e completare al più i lavori” Dopo un iter estenuante tutto era già pronto da qualche mese Poi i consiglieri di An hanno chiesto il controllo di legittimità al Coreco sulla delibera relativa al pèiano di stralcio esecutivo per la costruzione dei parchi giochi Controllo sfociato nell’annullamento dell’atto e nella conseguente dilatazione dei tempi. Una serie di controlli certamente non proprio disinteressati. “ I consiglieri comunali avevano i loro buoni motivi per bloccare l’opera. C’è chi tra i vecchi amministratori di An non voleva che il terreno venisse espropriato aggiunge Bologna Magari sperava in qualche lottizzazione e una serie di palazzine”. I due parchi dove i bambini potranno trascorrere ore spensierate saranno realizzati in via Libertà e in strada nuova di Prg in vicinanza della via San Giovanni Bosco in otto mila metri quadrati. Luoghi verdi tra le numerose lottizzazioni che negli ani 80 sono state realizzate proprio in quell’area (i.m.) IL MEDITERRANEO 28 febbraio 1999
Tony

9 maggio 2008 6.33

Anonimo ha detto…A seguito dei commenti sentiti in paese sull’argomento da Te sollevato mi sento in obbligo di aggiungere , ai fini di una maggiore completezza di informazione, quanto di seguito pubblicato:
Pioggia di polemiche sul parco giochi An contesta il sindaco
Isola delle Femmine Il parco giochi della discordia Attorno alla realizzazione di una struttura ricreativa per i piccoli ragazzi di Isola delle Femmine strappata ala speculazione edlizia si è giocata e si continua a giocare una dura battaglia senza esclusioni di colpi. Da un lato l’amministrazione comunale, dall’altro il gruppo di opposizione di An “Il sindaco Bologna – si legge in una nota del gruppo consiliare di An a firma del capogruppo Vincenzo Dionisi – ha volutamente omesso di comunicare la notizia che il realizzando parco giochi in una nuova strada Prg in vicinanza della via San Giovanni Bosco è un optional, in quanto alla sua amministrazione sta a cuore realizzare una strada con parcheggi, fognatura ed illuminazione che per caso ed ironia della sorte, lambiscono immobili di proprietà di un assessore comunale e di un consigliere della maggioranza”. I due parchi dove i bambini potranno trascorrere ore spensierate saranno realizzati in via Libertà e in strada nuova in vicinanza della via San Giovanni Bosco in ottomila metri quadrati. Luoghi verdi tra le numerose lottizzazioni che negli anni 80 sono state realizzate proprio in quell’area. L’importo complessivo dell’opera finanziato e dal comune e dalla casa depositi e prestiti si aggira intorno ai 730 milioni. Centocinquanta milioni soltanto per espropriare i terreni. Per finanziare l’opera l’amministrazione comunale aveva chiesto e ottenuto un mutuo di 600 milioni per realizzare il primo stralcio dei due parchi. Ma l’iter del progetto è stato quanto mai travagliato anche per il ricorso presentato da An. “il ricorso di questo gruppo di An al Coreco era pertinente in quanto nel programma triennale delle opere pubbliche 97/99 si parlava di realizzare due parchi giochi e non già di realizzare una strada nuova di Prg in vicinanza della via San Giovanni Bosco che stranamente è spuntata fuori non si sa bene come nel programma 98/2000 carteggio negatoci in visione”. Il rpimo cittadino che aveva annunciato l’inzio dell’iter per l’esproprio dei terreni e dunque al conseguente pubblicazione della gara ricorda che “alla fine il progetto è stato aprovato dal Coreco e che tutto era perfettamente previsto nel piano triennale – afferma Stefano Bologna – poi alla fine voglio sommessamente ricordare che come sanno tutti a Isola delle Femmine che tra i firmatari del ricorso aòl Coreco contro i parco giochi c’erano nipoti e figli di noti costruttori che per anni hanno costruito in quella zona. Tutto il resto sono accuse gratuite” (i.m.) IL MEDITERRANEO 3 marzo 1999 si è in prossimità delle elezioni amministrative che si terranno il mese di giugno del 1999
Tony

10 maggio 2008 7.55

Advertisements

Single Post Navigation

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: